Pochi ingredienti per un’esplosione di gusti

44

Perché la Birra piace così tanto? Una delle possibili risposte è la presenza di svariate tipologie brassicole, ognuna con determinate caratteristiche organolettiche per accontentare ogni palato, anche il più sofisticato.

Quello che rende ancora più magico tutto è la presenza di pochissimi ingredienti: è la diversa combinazione e i diversi trattamenti che rendono così vario il nettare di Gambrinus!
Gli ingredienti della Birra fondamentalmente sono: acqua, cereali (soprattutto orzo), lieviti, luppolo e solo per certe birre agenti aromatizzanti. Cerchiamo di capire alcune caratteristiche di ognuno di essi:

Acqua: presente tra il 90 e il 93%, le sue caratteristiche conferiscono un gusto tutto particolare alla birra, a seconda che presenti ad esempio una determinata durezza ed una determinata concentrazione di sali minerali: provate ad assaggiare la stessa tipologia di birra ma di luoghi differenti come una lager prodotta in località di montagna e una prodotta in località marittime, sentirete la differenza!
barley-field-8230 (Custom)Cereali: il più utilizzato è l’orzo, ma non dimentichiamoci della presenza di birre di frumento o anche di altri cereali come il farro. La differenza non è data solo dalla varietà di cereale ma anche dalle varie tempistiche di essiccazione (torrefazione) che possono conferire caratteristiche completamente diverse al prodotto finale.
Lieviti: si proprio loro! Questi microscopici funghi unicellulari che riescono a trasformare lo zucchero in alcol e anidride carbonica sono gli agenti che permettono quel processo naturale senza il quale non si formerebbe la nostra amata bevanda: la fermentazione. Saccharomyces Cerevisiae per l’alta fermentazione, Saccharomyces carlsbergensis per la bassa fermentazione, Brettanomyces bruxellensis per la fermentazione spontanea.
Luppolo: Humulus Lupulus, pianta rampicante delle regioni temperate. Sono soprattutto i fiori femminili di questa pianta che contengono una sostanza che rende unica la birra: la luppolina, caratterizzata da tannini ed oli essenziali che conferiscono l’amaro e anche una maggiore conservabilità. A seconda delle zone in cui crescono possiamo trovare luppoli più o meno amari, come ad esempio quello americani, molto più amari rispetto ai “cugini” europei.
Agenti aromatizzanti: spezie, erbe, frutta: tutte componenti utilizzate per arricchire e caratterizzare le birre speciali o stagionali (come ad esempio la Birra di Natale). Alcuni agenti aromatizzanti furono usati inizialmente per correzioni di errori o aggiustamenti del processo produttivo, fino a diventarne una carattetistica che rende il prodotto unico nel suo genere.

Non spaventiamoci nel conoscere tutta questa diversità: il prodotto finale è comunque sempre ben gradito!

Pace e Birra!

Niccolò Maggini