Oktoberfest, mitica… ma non unica!

28

Tempo di Oktober fest, uno degli appuntamenti da segnare sull’agenda per gli amici e gli apostoli di Gambrinus! Come si può facilmente trovare in rete, l’origine dell’Oktoberfest risale al 1810, per festeggiare le nozze di Ludwig I con la Principessa Therese di Sachsen-Hildburghausen. Nel corso degli anni questo immancabile evento si è evoluto nella kermesse che noi tutti conosciamo.

Un appuntamento in cui è possibile degustare la tipica birra bavarese: solo i sei birrifici tradizionali di Monaco possono servire birra nei tendoni dell’Oktoberfest. La tipologia di Birra ufficiale servita si chiama Märzen, l’ultima birra fresca da bersi prima di quelle autunnali. Il rischio a volte è quello di trovare la birra un po’ annacquata, perché non è sempre così facile far fronte al grandissimo numero di visitatori, attratti sia dal clima di festa, sia dalla birra che dal buon cibo bavarese: una festa nuziale che dura da oltre duecento anni!

brass-band-501685-customE’ facile vedere moltissimi nostri connazionali a questa festa, e pensando a questo, mi è venuta in mente una riflessione che mi faceva piacere condividere con voi: ma in Italia non esistono kermesse brassicole di tale livello? Probabilmente no, però vi sono tantissimi appuntamenti di spessore che dal mio modestissimo e umilissimo punto di vista vengono troppo poco pubblicizzati.

Spesso ahimè vengono denominati “festa della birra” tantissimi eventi che di brassicolo hanno ben poco, quindi spesso si creano grosse aspettative per poi ritrovarsi davanti stand che propongono birre reperibili ovunque e ciò genera una sorta di sfiducia da parte delle persone.

Fortunatamente però negli ultimi anni si osserva un aumento di eventi che propongono birre artigianali e stand gastronomici per accompagnare la degustazione (possiamo farci mancare un piatto da abbinare alla birra? O un bel panino con la salsiccia??? Mai!!!). Se provate a cercare, vi assicuro che ne troverete tantissimi, il mio consiglio è quello di puntare ad eventi in cui il protagonista sia il nettare di Gambrinus, specialmente se artigianale, cercando anche quegli eventi che comunicano, se non la birra, quantomeno il birrificio che proporrà la birra da degustare. E ovviamente andare e sperimentare! Con la consapevolezza che magari non ci saranno biondone prosperose a servirci, che forse mancherà la banda di paffuti musicisti bavaresi con le gote arrossate, ma che comunque andremo ad assaggiare un prodotto locale genuino che potrebbe soddisfare i nostri gusti!

Pace e Birra!

NIccolò Maggini

Scopri le birre di eChiantishop!